closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Le Fauconnier e l’inquisizione cubista

Riscoperte nell'arte: Henri Victor Le Fauconnier. Francese del Nord-Pas-de-Calais, un maestro cancellato per la sua divaricazione espressionista (e olandese) dall’avanguardia parigina. Carismatico fra i «cubisti da Salon», ideò immagini di potenza, sotto il segno del bergsoniano "élan vital"

Henri Victor Le Fauconnier,

Henri Victor Le Fauconnier, "Étude pour La Femme à l’éventail", 1909, già coll. Conrad Kickert

[caption id="attachment_503490" align="alignnone" width="530"] Henri Victor Le Fauconnier, "Autoportrait", part., 1933, Parigi, Centre Pompidou[/caption]   Il Prestigioso per gli amici dell’avanguardia parigina; con la sua «barba rossa a forma di ventaglio», Henri Victor Le Fauconnier era «uno dei personaggi più sorprendenti di Montparnasse» nella testimonianza di André Warnod. Ottobre 2014, in un’asta Drouot Paris viene dispersa, insieme all’atelier, una parte della residua collezione del pittore olandese Conrad Kickert, che era stato amico di Le Fauconnier, e lo aveva introdotto, fornendo una base alla sua transizione dal cubismo all’espressionismo, nel vivo della ricerca artistica e del collezionismo progressista d’Olanda, paese che...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi