closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Le famiglie di Sheikh Jarrah: «Non scendiamo a compromessi sui nostri diritti»

Gerusalemme. La proposta fatta dalla Corte suprema che, pur garantendo alcuni vantaggi ai palestinesi, assegna le case di Sheikh Jarrah ai coloni israeliani è stata giudicata inaccettabile dalle 28 famiglie che rischiano l'espulsione.

Gerusalemme. Muna al Kurd annuncia la decisione delle 28 famiglie palestinesi

Gerusalemme. Muna al Kurd annuncia la decisione delle 28 famiglie palestinesi

La tensione si tagliava a fette ieri mattina a Sheikh Jarrah. Per tutta la notte erano andate avanti le discussioni tra le 28 famiglie minacciate di espulsione dalle case in cui vivono dagli anni ’50, costruite dalle Nazioni unite e autorizzate dalle autorità giordane, per far posto a coloni israeliani. Sul tavolo c’era la proposta fatta nelle scorse settimane dalla Corte suprema israeliana. Una soluzione in apparenza migliore di altre presentate in passato: i palestinesi possono rimanere nelle abitazioni da inquilini protetti per 15 anni ma la proprietà di terreni e edifici sarà assegnata alla Nahalat Shimon, una fondazione dei...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.