closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Le due vittorie. Hamas: «ora libereremo Al Aqsa». Netanyahu: «risultato straordinario»

Tregua. Sullo sfondo dei proclami delle due parti ci sono le sofferenze e le distruzioni di Gaza e un cessate il fuoco fragile. Torna lentamente alla normalità la vita nel sud di Israele

È da ieri a Gaza la delegazione dei servizi di sicurezza egiziani incaricata di completare i colloqui sul cessate il fuoco tra Israele e Hamas. Avrà incontri con i rappresentanti del movimento islamico e di altre fazioni palestinesi. Nei giorni scorsi aveva incontrato gli israeliani. La tregua scattata alle 2 di venerdì comunque regge ed è opinione di molti che sarà così anche nei prossimi giorni sebbene anche un singolo episodio potrebbe innescare un secondo round. I leader di Hamas, da Ismail Haniyeh a Khalil al Hayya, ieri rivolgendosi alla folla di sostenitori hanno esaltato la «vittoria» su Israele e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi