closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Le donne del calcio avanzano, per gentile concessione

La riforma. A partire dal 2022 le atlete del calcio possono passare a professioniste per effetto di una riforma che ha richiesto una lenta gestazione

Sara Gama

Sara Gama

Nel granitico mondo del calcio, tutto al maschile, piccole scosse telluriche arrivano dalle donne. La recente riforma dello sport, approvata una settimana fa dal governo Draghi, ma frutto di un lungo lavoro dei governi Conte 1 e 2, prevede, tra le varie novità, che le donne nel calcio possano passare al professionismo, a partire dal 2022. In fondo quel mondo per soli uomini della palla di cuoio deve pur avere un po’ di tempo per abituarsi ai diritti delle donne. Fino a ieri le calciatrici impegnate nella massima serie e anche nella Nazionale, non avevano alcun diritto alla tutela sanitaria,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi