closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Le costellazioni della Tigre: Mina riscopre se stessa

Musica. Massimiliano Pani racconta «Cassiopea» e «Orione», le due raccolte in uscita domani. Ventotto canzoni restaurate con due inedite riletture griffate Califano e Buscaglione

Se c’è una logica che accomuna la produzione mazziniana rinnovata anno dopo anno per complessive 1397 canzoni e 75 album da studio, è quella della commistione di stili e il gusto per la provocazione. Bene, Mina ha applicato per questa prima selezione personale – le precedenti raccolte della tigre erano dettate dalle major – sostanzialmente la stessa logica. Così Cassiopea e Orione - due delle 88 costellazioni del nostro cielo scelte per intitolare i due album, rispettivamente licenziati da SonyMusic e Warner e in uscita domani - vantano una scaletta che accanto a qualche ripescaggio noto, affianca perle sconosciute o...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi