closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Le case editrici indipendenti alla riscossa

Editoria. Al Salone del libro di Torino, i dati incoraggianti dell'Adei (associazione delle sigle minori) e quelli preoccupanti del Cepell, il Centro per il libro e la lettura

Notizie buone e cattive si susseguono e si intrecciano senza soluzione di continuità al Salone del Libro di Torino. Ieri, nel giro di poche ore, i frequentatori della più importante fiera editoriale italiana hanno ascoltato dichiarazioni all’apparenza discordanti. DA UN LATO, le giustificate manifestazioni di entusiasmo degli aderenti all’Adei, l’associazione degli editori indipendenti, per i risultati eccellenti registrati quest’anno («il fatturato cresce del 28% rispetto al 2020», ha sottolineato il presidente Adei Marco Zapparoli, della casa editrice Marcos y Marcos), dall’altro i toni preoccupati di Marino Sinibaldi, presidente del Cepell, il Centro per il libro e la lettura, a commento...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.