closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Le aziende dell’indotto: Mittal ci paghi le fatture

Manifestazione all'acciaieria. Le imprese vantano crediti per circa 60 milioni e minacciano licenziamenti. I sindacati: «Le procedure di cassa integrazione vanno sospese. No al ricatto sulla pelle dei lavoratori»

Taranto, la manifestazione dell'eziende dell'indotto e dell'autotrasporto

Taranto, la manifestazione dell'eziende dell'indotto e dell'autotrasporto

Le aziende dell’indotto dell’ex Ilva di Taranto e quelle dell’autotrasporto tornano a manifestare alla portineria C del siderurgico oggi gestito da ArcelorMittal, dopo oltre quattro anni. L’iniziativa, concordata con Confindustria Taranto, riguarda il mancato ristoro delle fatture e la definizione dei pagamenti previsti per lavori e servizi effettuati da oltre 150 aziende per conto della multinazionale. Il credito vantato si aggira tra i 50 e i 60 milioni di euro. La maggior parte delle fatture non sono ancora scadute, ma visti gli eventi delle ultime settimane, le aziende temono che qualora ArcelorMittal lasciasse davvero la gestione dell’ex Ilva il 4...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.