closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Le armi di Modi ai militari birmani

Myanmar. Nel luglio 2021 la Bharat Electronics, in mano al governo di Delhi, ha venduto alla giunta birmana i suoi «sistemi automatizzati». Tra i partner dell’azienda le italiane Elettronica SpA e Beretta

Ennesima vendita di armi ai golpisti birmani. In questo caso, sistemi d’arma a controllo remoto (Rcws) per far operare le mitragliatrici in modo robotizzato, installabili su veicoli, navi, velivoli o edifici. A venderli nel luglio 2021 alla giunta militare, peraltro secondo il gruppo di attivisti Justice for Myanmar ormai «con la piena consapevolezza che tali forniture possono contribuire e favorire gli atroci crimini di cui si sta macchiando l’esercito del Myanmar», l’indiana Bharat Electronics Ltd (Bel). LA MAGGIORANZA DELLE QUOTE di questa grande azienda del settore aerospazio e difesa (il 51%) è direttamente nelle mani del governo indiano, mentre tra...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.