closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Le armi atomiche e il rischio sanitario che tutti dimenticano

Nucleare. L’editoriale della rivista Lancet dedicato all’analisi della più grande minaccia globale

16 luglio 1945, il primo test di una bomba nucleare ad Alamogordo (New -Mexico, Usa)

16 luglio 1945, il primo test di una bomba nucleare ad Alamogordo (New -Mexico, Usa)

È di grande rilevanza l'editoriale dell'autorevole rivista The Lancet che, nella ricorrenza dei crimini su Hiroshima e Nagasaki, prende posizione senza riserve sulla necessità assoluta di liberarci delle armi nucleari: "Occuparsi della minaccia delle armi nucleari". Se lo scorso anno la ricorrenza passò ampiamente inosservata a causa della "tuttora presente minaccia del Covid-19", e "la guerra nucleare non è fra le massime priorità della gente", "secondo il report Global Risk 2021 del World Economic Forum le armi di distruzione di massa sono ancora la più grande minaccia esistenziale a lungo termine per il mondo". L'editoriale ci ricorda che i medici...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.