closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

«Lavori in corso» a Dimona, la centrale dell’atomica israeliana

Nucleare. Lo rivelano le foto satellitari scattate da una società privata e analizzate dall'agenzia di stampa Ap. Accanto al reattore è stata scavata una buca grande come un campo da calcio. Torna in primo piano il programma nucleare segreto di Israele

Israele. La centrale nucleare di Dimona nel Neghev in una immagine satellitare scattata nelle scorse settimane

Israele. La centrale nucleare di Dimona nel Neghev in una immagine satellitare scattata nelle scorse settimane

Il premio Pulitzer Seymour Hersh nel suo The Samson Option, scrive che nel 1981, quando il premier israeliano Menachem Begin ordinò agli F-16 di ridurre in macerie - come atto di autodifesa da una «minaccia esistenziale» - la centrale nucleare irachena in costruzione a Osirak, scienziati, ingegneri e tecnici israeliani producevano già da 13 anni bombe atomiche nel sito di Dimona, nella regione arida del Negev. Nel sottosuolo, con l’aiuto determinante dei francesi e sotto l’impulso di David Ben Gurion, Shimon Peres ed Ernst David Bergmann, gli israeliani avevano costruito, già alla fine degli anni ’50, un reattore nucleare ufficialmente...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi