closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

L’autunno caldo di Obama

Stati uniti. Si profila lo scontro frontale tra il presidente e il Congresso su migranti e riforme

Stati uniti, migranti senza documenti

Stati uniti, migranti senza documenti

Si sta rapidamente profilando lo scontro frontale annunciato fra Obama e il congresso controllato dai repubblicani che promettono guerra senza quartiere al presidente su tutti i fronti: sanità, estero, riforme salariali. Prima sulla rotta di collisione però è l’immigrazione, tema su cui inizialmente Obama ha scelto una linea conciliatoria, tentando di negoziare un compromesso coi repubblicani sul progetto che regolarizzerebbe la situazione di oltre 11 milioni di residenti “indocumentati”, quasi interamente ispanici, su cui si regge tra l’altro un vasto terziario sommerso. Nel suo primo mandato, per placare i conservatori il presidente ha perfino aumentato il numero delle deportazioni giunte...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.