closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

L’autorità del tono basso e del sorriso

Addio Marco. Era Marco un’«acqua cheta», tranquillo, piccolo, sereno all’apparenza ma testardo, forte, in mugugno e rivolta, pieno di misteri come un nuraghe. L’ultimo saluto oggi alle 16 al Cimitero San Michele di Cagliari

La storia difficile, controcorrente ed eretica del Manifesto, organizzazione politica e quotidiano, è stata più volte contrassegnata da rotture profonde. Ogni volta ho pensato, con dolore, alla perdita di tanti legami, non solo di amicizia sodale ma di verità. Quella che impegnavamo, gettandoci dentro tutta la nostra vita, nell’ardua impresa di salvaguardare contenuti comunisti dentro il precipitare delle forme statuali e della politica. Per non parlare delle inadeguatezze e dei limiti personali e/o generazionali che mostravamo. Siamo stati un mondo che comincia a non esserci più: quello dei radiati dal Pci che costruirono le prime basi della nuova esperienza del...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi