closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Latina, carabiniere spara a moglie e figlie

Femminicidio. L’appuntato Luigi Capasso usa l’arma di ordinanza per uccidere le sue due figlie, attentare alla vita della moglie e suicidarsi. Non accettava la separazione. La donna lo aveva già denunciato, anche ai suoi superiori

I carabinieri sul luogo della strage a Cisterna di Latina

I carabinieri sul luogo della strage a Cisterna di Latina

Un altro femminicidio, anzi tre. Un altro uomo che non vuole accettare la separazione dalla moglie e piuttosto che rinunciare al sogno di una famiglia da Mulino bianco, adatta ai momenti felici da immortalare e condividere su Facebook, uccide le sue due figlie e attenta alla vita della ex moglie, prima di suicidarsi. Era un carabiniere, Luigi Capasso, per la precisione un appuntato in servizio a Velletri, l’uomo 43enne che ieri, alle 5,30 del mattino, a Cisterna di Latina ha usato la pistola di ordinanza per sparare all’ex moglie, la 39enne Antonietta Gargiulo con la quale si era sposato nel...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.