closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

L’artista è clandestino

Incontri. Un'intervista con Seba Kurtis, il fotografo argentino che racconta le storie dei migranti e pesca fra i suoi ricordi di famiglia. «La fotografia non cerca la verità, ma si basa sempre sui propri sentimenti»

«Sono sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo. Mi guardo intorno e se succede qualcosa sono pronto a recepire lo stimolo - afferma Seba Kurtis (Buenos Aires 1974, vive e lavora a Manchester), al termine della nostra intervista nella galleria di Corso Vendemini -. La creatività arriva quando si è già impegnati i qualcosa» Così è stato, infatti, anche la scorsa estate quando, nel bel mezzo del progetto sul territorio Adriatic Coast to Coast, ha realizzato i lavori per la mostra Four Nights and a Thousand Lives (esposta in occasione della 23/ma edizione del Si Fest a Savignano, a cura...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.