closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

L’arte dei poeti cantori Amazigh

Immaginari. Una antologia documenta i repertori dei Rrways e delle Tarrwaysin berberi, tesori musicali del Marocco

Memorabile impresa quella di portare in sala d’incisione il sapere musicale, la forza espressiva e il virtuosismo di poeti cantori itineranti Amazigh del Marocco, i Rrways e le Tarrwaysin (l’equivalente femminile) che un tempo guidavano le compagnie di musicisti e danzatori che vagavano per i villaggi e città dell’Alto Atlante occidentale, dell’Anti-Atlante e del Souss. Le prime testimonianze sui poeti cantori itineranti e la loro arte (tirruysa) risalgono presumibilmente allo scorcio finale del XIX secolo. Se è vero che nelle comunità berbere del sud del Marocco, la musica ha sempre avuto un ruolo centrale nella vita sociale, d’altra parte la...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi