closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

L’Argentina si inchina agli inglesi: 10-39

Rugby. L'ennesimo cartellino rosso - il quarto - per un mondiale giapponese che ha già stabilito un poco invidiabile record. Tomas Lavanini viene caciato per un placcaggio pericoloso sul britannico Owen Farrell. Il Giappone intanto è a un passo dai quarti: sconfitta Samoa 38-12

L'arbitro Nigel Owens espelle l'argentino Lavanini.

L'arbitro Nigel Owens espelle l'argentino Lavanini.

Con quattro cartellini rossi sventolati nei primi tre turni dei gironi di qualificazione la Rugby World Cup ha già stabilito un poco invidiabile record. Nella nona edizione della rassegna iridata vi sono stati più espulsioni che in tutta la storia della manifestazione. Scherzando con il termine “Hall of Fame”, un tabloid sudafricano suggerisce che Japan 2019 possa entrare di diritto nella “Hall of Shame”: dalla fama alla vergogna. Dopo lo statunitense John Quill, il samoano Ed Fidow (doppio cartellino giallo) e l’azzurro Andrea Lovotti, oggi alla lista dei “super-cattivi” si è aggiunto l’argentino Tomàs Lavanini, cacciato dal campo per un...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.