closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

L’archivio della comunicazione

Archivi. Apre finalmente al pubblico lo Csac, il centro studi di Parma con un patrimonio straordinario di immagini, film, oggetti, opere di avanguardia, voluto da Arturo Quintavalle

Il Centro Studi Archivio della Comunicazione, fondato nel 1968 dallo storico dell’arte Arturo Carlo Quintavalle, è finalmente aperto al pubblico. Ci sono voluti quasi cinquant’anni per raccogliere dodici milioni tra manifesti, fotografie, modelli e progetti di architetture, schizzi di stilisti, opere d’arte delle neo-avanguardie degli anni Sessanta, film. Un patrimonio straordinario che non sarà più consultabile solo per gli specialisti, ma sarà per tutti. Lo Csac nasce come progetto dell’Università parmigiana, realizzato passo dopo passo grazie alla tenacia di Quintavalle e dei suoi collaboratori. Negli anni ’60, ’70 e ’80 era l’unica istituzione a cui donare quadri, sculture, fotografie, disegni....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.