closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

L’anticorruzione è legge. No di Fi e dei pentastellati

Il ministro Orlando

Il ministro Orlando

Le nuove norme contro la corruzione sono da ieri legge. La Camera ha approvato il testo in via definitiva, con il voto contrario, per motivi opposti, di Forza Italia e del Movimento 5 Stelle e con l’astensione della Lega. Matteo Renzi tripudia: «Legge importante, che riavvicina i cittadini alla politica, quando questa decide». Il ministro della Giustizia Andrea Orlando è anche più festoso: «La nuova legge rende l’Italia più forte. Il governo mantiene le promesse». Ma in realtà anche le voci abitualmente critiche interne al Pd, come Rosi Bindi, e Sel applaudono la legge. Giustamente. I limiti ci sono, ma...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.