closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

L’Anpi torna alla carica: “Il governo sciolga Forza nuova”.

Silenzi governativi. Il Forum delle associazioni antifasciste e della Resistenza chiede all'esecutivo Draghi di dar seguito a quanto votato da deputati e senatori, sull'onda dell'attacco squadristico dei fascisti di Fn alla sede della Cgil. Gianfranco Pagliarulo (Anpi): "Lo chiedono la legge e la Costituzione". Il costituzionalista Massimo Villlone puntualizza: "Anche l'inerzia è un'assunzione di responsabilità politica".

L'assalto alla sede nazionale della Cgil

L'assalto alla sede nazionale della Cgil

E' passato un mese dall'approvazione in Parlamento delle due mozioni che chiedono lo scioglimento di Forza nuova, ma poco o nulla si muove. Così il Forum delle associazioni antifasciste e della Resistenza torna a chiedere all'esecutivo di Mario Draghi di dar seguito a quanto votato da deputati e senatori, sull'onda dell'attacco squadristico dei militanti fascisti di Fn alla sede centrale della Cgil in Corso d'Italia. “Rilanciamo la richiesta di scioglimento delle organizzazioni fasciste, e chiediamo formalmente al governo lo scioglimento di Forza nuova – ribadisce Gianfranco Pagliarulo, che guida l'Associazione nazionale dei partigiani italiani – così come chiedono la legge...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.