closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Landini a Marchionne: “No alle ritorsioni”

Gli scioperi Fiat. Il segretario Fiom risponde alla lettera del manager. Camusso (Cgil): "China pericolosa". E scrivono anche i lavoratori della Maserati

Il segretario generale della Fiom Cgil, Maurizio Landini

Il segretario generale della Fiom Cgil, Maurizio Landini

Come era prevedibile, la lettera di Sergio Marchionne ai dipendenti (i «cari colleghi», come li ha definiti lui) ha provocato molte reazioni: ma soprattutto, hanno fatto scalpore le azioni di ritorsione messe in campo dalla Fiat. Misure scattate per contrastare non solo lo sciopero Fiom alla Maserati, ma anche lo stop agli straordinari deciso dai "sindacati del sì". Non solo l’azienda ha deciso di non chiedere più straordinari in tutti gli stabilimenti italiani (ma questo, alla fine, era il contenuto dello stop deciso dai sindacati), ma come azione muscolare e del tutto inaspettata, ha pensato bene di sospendere il trasferimento...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi