closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

L’amnistia non si può

Giustizia. La situazione delle carceri impone un provvedimento urgente. Due ministri la propongono. A Berlusconi farebbe assai comodo. Ma il Pd (e anche Sel) dicono no, e il Pdl cerca altre strade

La ministra della giustizia Annamaria Cancellieri

La ministra della giustizia Annamaria Cancellieri

Una maggioranza su un provvedimento di amnistia e indulto c’è, ed è una maggioranza contraria. La proposta di due ministri del governo, la Guardasigilli Cancellieri e il titolare della difesa Mauro riceve molte più critiche che consensi. Critiche soprattutto dal partito democratico. E Silvio Berlusconi, che avrebbe potuto guadagnare la cancellazione del reato tributario in ragione del quale dovrà prima o poi lasciare il parlamento, ne approfitta per rovesciare ancora una volta sugli avversari-alleati la responsabilità di una, minacciata ma ancora tutta da verificare, crisi di governo. Oggi a villa San martino ad Arcore, dove il cavaliere conduce da giorni...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi