closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

L’America «first» del Pentagono, specchio del fronte interno razzista

Violenza negli Usa. Il Southern Poverty Law Center: per il secondo anno consecutivo più gruppi violenti della destra radicale, sono 917. Triplicati i gruppi anti-musulmani 

Donald Trump sta cambiando volto? Dalla linea isolazionista suggerita dal capofila della Alt-right, Steve Bannon, a quella dettata dal Pentagono, dall’American First ai missili sulla Siria. Se le ultime mosse del presidente fanno pensare ad un drastico cambio di linea, basta tornare a guardare al fronte interno per rendersi conto di quali siano le conseguenze delle politiche della sua amministrazione. Ciò che le maggiori associazioni antirazziste degli Stati Uniti descrivono come una pericolosa recrudescanza delle violenze razziali e degli atteggiamenti discriminatori. Oltre ad un rinnovato attivismo dell’estrema destra. Il procedere in parallelo di una politica bellica imperiale e di un’offensiva...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi