closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Leon: «L’alleanza dei poveri contro la Ue dei ricchi»

Intervista a Paolo Leon. L’economista: si cresce rilanciando la domanda, non abbattendo il costo del lavoro. «La Bce compri il debito, finanzi gli investimenti». Letta riunisca i «Piigs» per contrastare lo strapotere tedesco

L'economista Paolo Leon

L'economista Paolo Leon

«Il governo Letta ha avuto una apertura di credito dalla Ue, ma pur sempre molto limitata. I margini sono stretti: non si può escludere che il Pil non peggiori, e con esso il deficit, richiedendo nei prossimi mesi nuove misure». L’economista Paolo Leon non è fiducioso rispetto alla capacità di contenimento del bilancio, a differenza della Commissione Ue e del neo ministro Fabrizio Saccomanni. Inoltre, suggerisce che l’Italia cambi il suo modo di rapportarsi all’Europa: «Dobbiamo capire che in questo momento andare in Germania è come andare negli Usa: di fatto la Ue non esiste, siamo di fronte a interessi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi