closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

L’Aifa aveva dato le linee guida, ma poche regioni le hanno seguite

Vaccini adenovirali. Nel Lazio sono stati somministrati in maggioranza in persone con meno di 60 anni. Nella classifica dei «disobbedienti» seguono Calabria, provincia di Bolzano e Abruzzo. Toti rivela di avere avuto il benestare del Cts agli open day per i diciottenni

Bologna, vaccinazione nell’hub della fiera il primo giorno di open-day

Bologna, vaccinazione nell’hub della fiera il primo giorno di open-day

Serviranno ulteriori esami per capire se la diciottenne Camilla Canepa sia morta a Genova a causa della vaccinazione AstraZeneca. L’esame della cartella clinica ha rivelato che la giovane soffriva di una malattia autoimmune che le abbassava il livello di piastrine nel sangue e assumeva una terapia ormonale. Sono elementi utili per gli investigatori, per valutare se la ragazza abbia ricevuto informazioni corrette prima del consenso alla vaccinazione. In ogni caso, la sua vaccinazione con il vaccino inglese non rispondeva alle linee-guida emanate dalle autorità sanitarie nazionali. L’8 aprile, infatti, l’Agenzia Italiana del Farmaco aveva indicato come «preferenziale» l’uso del vaccino...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi