closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

La Vía Campesina si mobilita contro il virus

Emergenza coronavirus. Dall'Indonesia al Canada passando per la Palestina, il movimento contadino internazionale cerca di arginare i danni

Un frutteto in Ecuador

Un frutteto in Ecuador

In questo tempo sospeso l’agricoltura non può fermarsi o rifugiarsi nel virtuale. Così, anche il movimento contadino internazionale La Vía Campesina (Lvc, presente in 81 paesi con le organizzazioni che ne fanno parte) è mobilitato nel tentativo di arginare i danni da Covid19. In Indonesia, i coltivatori di Serikat Petani hanno chiesto al governo che l’annunciato storno di fondi, dallo sviluppo infrastrutturale alla crisi sanitaria, rafforzi i sistemi alimentari non dipendenti dalle catene di approvvigionamento e distribuzione globali, rette da interessi di mercato e vulnerabili alla speculazione. Dal confine fra Stati uniti e Messico, la Unión de Trabajadores Agrícolas Fronterizos...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi