closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

La Ue ci boccia sui giovani: “Per loro ancora troppo poco”

Il rapporto sul lavoro. Secondo Bruxelles sono bassi gli investimenti su istruzione e formazione, come resta insufficiente l'intervento sulle donne. Dall'inizio della crisi, nel 2008, l'Italia ha perso 1,2 milioni di posti

Nel giorno in cui il commissario europeo Jyrki Katainen visita l’Italia, escono dati poco confortanti sulla nostra occupazione. Anche questi, vengono da Bruxelles, e si tratta in particolare del rapporto Ue sull’occupazione. Il dato più negativo per l’Italia è quello che riguarda i posti persi dall’inizio della crisi: a partire dal 2008, sono ben 1,2 milioni. Rappresenta il secondo dato peggiore in tutta l’Unione europea. La Spagna ha fatto di meglio (si fa per dire), bruciando 3,4 milioni di posti. Male anche la Grecia, che ne ha persi un milione (ma parliamo di poco più di 11 milioni di abitanti,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.