closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

La Ue bastona Google, multa record di 4 miliardi

Capitalismo delle piattaforme. Per Bruxelles l’azienda Usa ha usato Android «per consolidare la posizione dominante». Verdetto giunto dopo un’istruttoria durata 39 mesi. «Condotta illegale molto grave». Mountain View ha 90 giorni per rimediare. La difesa: «Così saranno favoriti i concorrenti»

Google è stato colpito con un'ammenda record di 4,34 miliardi di euro dalla Commissione europea per aver abusato della sua posizione dominante sul mercato dei sistemi operativi per la telefonia cellulare. Bruxelles ha imposto la sanzione dopo aver constatato che l’azienda Usa ha chiesto ai produttori di smartphone di preinstallare i dispositivi di ricerca e le applicazioni browser di Google utilizzando il suo sistema operativo Android. SE NON LO AVESSERO FATTO, non sarebbero stati autorizzati a usare il negozio online Google Play e il suo servizio di streaming. Margrethe Vestager, commissaria europeo per la concorrenza, sostiene che Google abbia usato...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.