closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

La transizione e l’eredità di Sankara

Burkina Faso. Balai Citoyen, il movimento leader della rivolta, si fida più dei militari che dei partiti di opposizione. Senza dubbio, la cacciata di Compaoré è dovuta a una mobilitazione popolare senza precedenti, che ora potrebbe scatenare un effetto domino. Secondo l’antropologo Mathieu Hilgers «paradossalmente Blaise ha unificato il malcontento»

Isaac Zida in piazza della Rivoluzione il 31 ottobre

Isaac Zida in piazza della Rivoluzione il 31 ottobre

Rivoluzione popolare o colpo di stato? L’incertezza nel definire ciò che sta accadendo in Burkina Faso, dopo le proteste della settimana scorsa, le dimissioni del presidente Blaise Compaoré firmate venerdì scorso e il successivo annuncio di una fase di transizione guidata dall’esercito, non assilla soltanto la stampa estera ma permea anche il dibattito politico interno in questi giorni confusi. «L’esercito ha confiscato la nostra rivoluzione», accusavano domenica scorsa i politici dell’opposizione chiamando a manifestare di nuovo per mantenere i vertici dell’esercito sotto pressione e rivendicare una transizione civile verso le prossime elezioni. Contemporaneamente, i rappresentanti del Balai Citoyen (il principale...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.