closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

La tragedia dell’Isola rossa, sull’orlo della carestia

Coop26. Madagascar, in alcune aree del Grand Sud non piove da otto o dieci anni. L’ultimo decennio è stato il più caldo. Oltre un milione di persone in stato di sottonutrizione

Thomas Sankara aveva studiato in Madagascar. Diventato presidente del suo Burkina Faso (per quattro gloriosi anni, fino al suo assassinio il 15 ottobre 1987), fece di tutto per rinverdire il Sahel. Diceva: «Se potessimo portare qui un po’ del verde malgascio...». Ma a decenni di distanza, il sud dell’Isola rossa - così chiamata per il suolo ricco di laterite e famosa per la biodiversità e la medicina verde -, vive una tragedia ambientale e umana che Alok Sharma, presidente della Cop26 sul clima in corso a Glasgow, ha definito «la prima carestia forse indotta direttamente dal cambiamento climatico». E secondo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.