closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

La tragedia dei «rimpatri» in Corea del Nord

Maboroshi. Nei suoi due documentari, la regista Yang Yong-hi, nata e cresciuta in Giappone da genitori nord coreani, raccontava della sua famiglia a cavallo fra due nazioni, due mondi

Nei due documentari Dear Pyongyang (2006) e Sona, the Other Myself (2009), la regista Yang Yong-hi, nata e cresciuta in Giappone da genitori nord coreani, raccontava della sua famiglia a cavallo fra due nazioni, due mondi. Nel primo lavoro, forse quello più toccante dei due, attraverso filmati amatoriali, la cineasta e giornalista metteva in immagini la complicata storia della sua famiglia, smembrata agli inizi degli anni settanta dalla decisione del padre di mandare i suoi due figli maschi in patria, nella Corea del Nord. LE STESSE tematiche sono anche al centro del primo film di finzione della regista, Our Homeland (2012),...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.