closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Rubriche

La «tassa piatta» e il boom delle rendite

La rubrica di Matteo Bortolon. Esistono delle ragioni strutturali per opporsi alle varie forme di detassazione degli alti redditi o patrimoni

La Flat Tax («tassa piatta») è entrata nel programma elettorale delle destre e, infine, anche nel contratto di governo della coalizione alla guida del paese. Sia pur nella incertezza dei dettagli, pare assodato che debba tradursi in una massiccia operazione di defiscalizzazione delle classi più agiate. L’opposizione a tale eventualità si svolge per lo più sulle direttrici di una posizione di etica pubblica («non è giusto che i ricchi paghino quanto un poveraccio») o in termini di conflitto basilare di classe (come se i soldi che i ricchi non versano allo Stato costituissero una forma di vittoria politica come l’accaparramento...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.