closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

La svendita di Yahoo. In arrivo nuovi soci

Internet. Continua la crisi dell'impresa americana. Indiscrezioni sull'entrata di Verizon, Comcast e At&t e sulla cessione della quota azionaria di Alibaba

Come ogni crisi aziendale che si rispetti, vengono prima cacciati i dipendenti, poi si cercano nuovi investitori, sperando di attrarre l’attenzione di imprese che operano in settori «contigui». È quanto sta accadendo a Yahoo. Agli inizi di Febbraio ha infatti annunciato la «messo in libertà» di 1700 dipendenti, cioè coloro che costituiscono il vero «valore aggiunto», visto che i licenziati sono knowledge workers molto qualificati, cioè quelli della divisione «ricerca e sviluppo» e dello sviluppo software. Nel fine settimana hanno cominciato a circolare voci che gli azionisti hanno chiesto una ristrutturazione del management e della struttura proprietaria di Yahoo. Tradotto...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.