closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'Ultima

La strategia vegetale del Mekong

Vietnam. Negli anni ’60 e ’70 era il «delta della guerra» in Vietnam. Oggi lungo il fiume (di quasi 5mila km) si stende un enorme giardino coltivato, ma sotto assalto dell’inquinamento e della speculazione

Vietnam, tra la miriade  di mercati fluviali vicino Ho Chi Minh City

Vietnam, tra la miriade di mercati fluviali vicino Ho Chi Minh City

La barca scivola leggera nel dedalo di canali che si dipartono dal Co Chien, uno degli ampi bracci del Mekong. Il delta del grande fiume, uno dei più vasti del pianeta, è un enorme giardino coltivato in ogni minimo lembo di terra. Terra che il fiume strappa e che il lavoro di gru e chiatte restituisce alle rive, rinsaldando gli argini e regalando limo fertile, o che viene portata, sotto forma di ghiaia e sabbia, verso i cantieri. Lungo la superficie umida delle terre che bagna, tra le più densamente popolate del mondo, ogni casa ha il suo frutteto di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi