closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

La strategia del vedo-e-non vedo sui tagli alla Sanità pubblica

Legge di Bilancio. Preoccupate le regioni: "Se il governo decide di rimangiarsi la “sua” parola è una scelta dell’esecutivo". Il governatore della Puglia Michele Emiliano (Pd) sui tagli da un miliardo e mezzo alla Sanità e l'annuncio di assumere 10 mila statali: "Uno come Renzi che spara queste cifre è in una situazione politica di grande difficoltà"

Tagli alla sanità spacciati come un aumento. La logica è solo apparentemente paradossale. È il gioco del vedo-non-vedo che il Sistema Sanitario Nazionale subisce da quando è iniziata l’austerità, ogni fine d’anno, in coincidenza con le manovre finanziarie. Nella stessa direzione vanno le indiscrezioni, smentite con poca convinzione dal ministero della Salute, nelle ore che ci separano dalla presentazione della legge di bilancio 2017 che dovrebbe essere licenziata oggi dal Consiglio dei Ministri. Li temono le Regioni che ieri si sono incontrare a Roma per una conferenza straordinaria. Cercano di ammorbidire una manovra che si preannuncia pesante per gli enti...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi