closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

La storia di un uomo che perse tutto

23 novembre 1980. La notte del sisma Mario Porreca aveva 30 anni e viveva a Castelnuovo con moglie e 3 figli. 40 anni dopo quel giorno vive ancora nel prefabbricato, per sua scelta. Non si è mai voluto spostare da lì

Irpinia, tre settimane dopo il terremoto del 23 novembre 1980

Irpinia, tre settimane dopo il terremoto del 23 novembre 1980

Mario Porreca ha trent’anni. Vive a Castelnuovo di Conza con la moglie e tre figli. Lavora come operaio forestale e gioca a pallone. Quella domenica è con la figlia Filomena di quattro anni e mezzo e la figlia Maria Grazia di due anni. È a casa di sua madre, Filomena Del Buono, 59 anni. La moglie di Mario, Giuseppina La Morte, ha 26 anni ed è rimasta a casa con il figlio Gerardo Vittorio, anche lui piccolissimo. Alle 19.30 stanno in cucina, in attesa di mangiare la pizza col granturco. C’è pure una delle sorelle di Mario, Giuseppina di 26...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi