closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

La stampa locale denuncia i rischi economici della jihad «anti cinese»

Media cinesi. «Colpiti interessi strategici specie nel Medio Oriente»

Immagine di Ayad Alkhadi

Immagine di Ayad Alkhadi

Appesa tra la consapevolezza di non poter restare immobile, pur non venendo meno al principio che si è data di non interferenza nelle vicende interne agli altri Stati, e la tentazione di rimpallare tutte le responsabilità sugli Stati Uniti e l’Occidente. Così appare la Cina sulla sua stessa stampa quando si parla delle ramificazioni del sedicente Stato Islamico di Abu Bakr al-Baghdadi. Da una parte quindi una potenza economica che deve far valere il proprio ruolo internazionale e difendere i propri interessi, possibilmente declinando l’azione da punto di vista diplomatico. Dall’altra la denuncia dei doppi standard con cui accusa i...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.