closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

La «stabilità dei mercati» contro la democrazia

Crisi greca. La scolorita socialdemocrazia europea con Martin Schulz dichiara che Tsipras e Varoufakis «gli danno ai nervi». E Obama interviene solo per il timore di una svolta filo-russa di Atene

Alexis Tsipras lo ha dichiarato nella maniera più semplice e lineare possibile. La posta in gioco nella logorante guerra di trincea che da mesi oppone Atene a Bruxelles e Berlino, occupando, quasi per intero, la scena europea è «l’ammissione di un fallimento». Un fallimento teorico, economico e, soprattutto sociale e politico. Dopo anni di applicazione delle politiche di austerità imposte e pilotate dalle istituzioni europee nessuno dei risultati promessi è stato raggiunto. Rendendo chiaro ai più che l’indebitamento, e il suo costo crescente, sono sostanzialmente inesauribili, un meccanismo destinato a riprodursi all’infinito e non solo in Grecia. Si tratta, infatti,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.