closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

La sposa di sale

FemmineFolli. Sigalit Landau è un’artista israeliana. Un giorno decide di mettere a bagno un vestito nero tradizionale chassidico nel Mar Morto, il mare più salato del mondo

Sigalit Landau è un’artista israeliana. Un giorno decide di mettere a bagno un vestito nero tradizionale chassidico nel Mar Morto, il mare più salato del mondo (ha una salinità pari a otto volte quella degli oceani). Lo lascia lì due anni a mollo ancorato a terra con delle funi. È l’abito indossato dal personaggio di Leah nell’opera teatrale The Dybbuk, scritta dal drammaturgo S. Ansky nei primi del Novecento. Nella rappresentazione una giovane sposa viene posseduta da uno spirito maligno (l’anima dannata del titolo) e costretta a subire un processo di purificazione davanti a una corte rabbinica. Simbolicamente la trasformazione...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi