closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

La Spd inciampa sulle tasse

Germania. Previsto nel programma un aumento delle imposte per i ricchi. Poi il dietrofront

Peer Steinbrück

Peer Steinbrück

Il programma elettorale del Partito socialdemocratico tedesco (Spd) parla chiaro: «Vogliamo aumentare l’aliquota massima dal 42% al 49% per i redditi superiori ai 100mila euro». Riportandola, cioè, quasi ai livelli nei quali si trovava quando la Germania era governata dal cancelliere democristiano (Cdu) Helmut Kohl (all’epoca era al 52%), prima delle «riforme» fatte proprio da un governo guidato dalla stessa Spd, quello di Gerhard Schröder. Altri tempi: ora l’infatuazione per la «terza via», a quanto pare, sembra passata. Oltre all’intervento sui redditi più alti, infatti, i socialdemocratici si propongono anche di reintrodurre la patrimoniale e di irrobustire la tassa di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi