closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

La spaziale discordia del telescopio James Webb

ASTRONOMIA. Polemiche dalla comunità Lgbt sulla intestazione e un appello. Ma la Nasa non cede

Il telescopio James Webb

Il telescopio James Webb

Il telescopio spaziale James Webb, che dovrebbe essere lanciato il 18 dicembre dalla base spaziale di Kourou nella Guayana francese, dove è arrivato proprio la settimana scorsa per nave, continuerà a chiamarsi James Webb. Lo ha comunicato formalmente la Nasa qualche giorno fa. Negli ultimi mesi, all’Agenzia spaziale statunitense era arrivata una richiesta da parte di un gruppo di astronomi queer che protestavano contro la scelta che aveva preso unilateralmente l’allora amministratore della Nasa Sean O’Keefe nel lontano 2002. Sotto la guida di James Webb, la Nasa negli anni Sessanta, il suo decennio d’oro, si preparava allo sbarco sulla Luna...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.