closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:
Europa

«La Spagna è un porto sicuro», Sánchez offre Valencia

Immigrazione. Il nuovo governo nel segno della solidarietà: «La nave Aquarius venga da noi». Per l’accoglienza dei profughi si sono già fatti avanti Paesi baschi, Navarra, Baleari, Extremadura, Madrid e Barcellona

Salvataggio dell'Aquarius, sotto il presidente del governo spagnolo Pedro Sánchez

Salvataggio dell'Aquarius, sotto il presidente del governo spagnolo Pedro Sánchez

«Il presidente del governo, Pedro Sánchez, ha dato istruzioni perché la Spagna rispetti gli accordi internazionali in materia di crisi umanitarie e ha annunciato che accoglierà in un porto spagnolo la nave Aquarius, nella quale si trovano più di 600 persone abbandonate alla loro sorte nel Mediterraneo. Per questa ragione, è nostro obbligo aiutare a evitare una catastrofe umanitaria e offrire ‘un porto sicuro’ a queste persone, rispettando gli obblighi del Diritto internazionale».   Con questo comunicato, il governo spagnolo ha sbloccato ieri la tragica vicenda della nave Aquarius e dei suoi 629 profughi in condizioni estreme. Il breve testo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.