closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

La sfida di Sandra all’Europa di oggi

Incontri. Jean-Pierre e Luc dardenne presentano Due giorni, una notte, in sala il prossimo 13. La lotta di un'operaia per mantenere il suo posto di lavoro. Ma l'alternativa sono mille euro di premio ai colleghi

Dallo scorso Festival di Cannes, dove è stato presentato in concorso (molto applaudito) l’elemento «mediatico» di Due giorni, una notte, il nuovo film di Jean-Pierre e Luc Dardenne (in sala il 13) è stato la presenza di Marion Cotillard, la star che arriva nell’universo cinematografico dei due fratelli belgi fin qui lontano dagli Attori. Non che Olivier Gourmet, il loro attore feticcio, o il molto bravo Fabrizio Rongione (qui nel ruolo del marito di Cotillard) siano da meno, ma la loro presenza è parte del paesaggio cinematorafico dei registi. Cotillard invece è una celebrità mondiale, lady Dior patinata e orgoglio...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.