closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

La Serenissima va alla guerra

Scaffale. «Itinerario per la Terraferma veneziana» di Marin Sanudo, scritto nel 1483, torna nell'edizione critica di Gian Maria Varanini, con il commento di altri studiosi della città quattrocentesca, per Viella

Alla fine del Quattrocento, Venezia era divisa tra istanze differenti: con i turchi che avevano conquistato Costantinopoli nel maggio del 1453 e cancellato l’impero bizantino, nessuna potenza cristiana poteva sottrarsi all’obbligo di aderire alla Santa Impresa. Ma la Serenissima Repubblica di San Marco, tallonata dalla concorrenza genovese e catalana, aveva troppi interessi dalla vecchia capitale imperiale alle isole dell’Egeo fino ai porti del delta del Nilo per potersi permettere il lusso d’inimicarsi sul serio chiunque dominasse gli Stretti e desse segni concreti di estendere la sua potenza dalla Siria ai Balcani. La presa della città, certo, era stata una tragedia...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.