closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

La sentenza della Cassazione nel paese di Bengodi

Processo Mediaset. Gli sceneggiatori di Arcore cercano di costruire una realtà parallela. Ma i fatti sono duri a morire

Il deposito delle motivazioni della sentenza con la quale la Cassazione ha confermato la condanna di Silvio Berlusconi alla pena di 4 anni di reclusione, oltre al pagamento di una provvisionale di 10 milioni all’Agenzia delle entrate, ha aperto una vera e propria breccia nella narrazione creata dai media dell’azienda-partito nella quale i fatti sono puntigliosamente cancellati e la realtà sostituita dalla favola del paese di Bengodi. Dove viene narrata l’epopea di un Cavaliere senza macchia e senza paura che combatte eroicamente per ridare la libertà a un popolo oppresso dalle tasse e proteggerlo da una giustizia ingiusta che perseguita...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi