closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Festival di Locarno, la seduzione dell’inattuale

CINEMA. Si è chiuso il Festival di Locarno, Pardo d’oro a Albert Serra per «Historia de la Meva Mort», premio speciale della giuria a Joaquim Pinto per «E agora? Lembra me»

Il Pardo d’oro a Albert Serra era abbastanza nelle cose, il trentottenne regista catalano infatti è uno di quei nomi nel cuore della nuova cinefilia, e Historia de la Meva Mort fa vibrare tutte le corde di quel gusto glamour che oggi orienta le tendenze nei circuiti di ricerca festivalieri e di produzione film-laboratoriale. Di per sé questo non è un demerito, anzi Historia (coproduzione francese) è un film di quelli importanti, che esprimono con talento la ricerca del cinema, e degli immaginari, in questo momento indicandone una delle direzioni possibili. Serra sulle tracce di un Casanova ridanciano, che annusa...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.