closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Scuola

La scuola riapre a singhiozzo. E da oggi torna la protesta

Salta il banco. In classe infanzia, elementari e medie, superiori in presenza al 50% ma solo in 10 regioni. Le altre andranno in ordine sparso fino anche al primo febbraio. Sempre che i dati dei contagi lo permettano. Lezioni dal vivo e flash mob fino a domenica a Roma, Milano, Torino, Napoli e in 19 città: «Apertura in presenza, ma in sicurezza Vogliamo chiarezza»

Una protesta contro la dad di studenti di un liceo romano

Una protesta contro la dad di studenti di un liceo romano

Sospesa tra diritto alla salute e diritto all’istruzione in una società pandemica, incerta sull’andamento della curva epidemiologica che potrebbe richiuderla di nuovo, oggi la scuola torna in classe divisa per fasce d’età, regioni e modalità didattica in presenza e online (DaD). E tornano le lezioni davanti alle scuole e in piazza del movimento di genitori, docenti e studenti «Priorità alla scuola» in 19 città: tra le altre, Milano, Torino e Roma al ministero dell’Istruzione dalle 8,30, insieme ad alcuni sindacati della scuola e alla Rete degli Studenti Medi del Lazio. Le richieste sono: screening sanitario completo della comunità scolastica; inserimento...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi