closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

La Scozia ci riprova: «Sì al referendum bis»

Brexit. Via libera del parlamento a una nuova consultazione, grazie ai voti dei verdi. Oggi il governo May avvia le procedure per uscire dall’Unione europea

Sostenitori del si nel referendum del 2014 Sostenitori del si nel referendum del 2014

Sostenitori del si nel referendum del 2014 Sostenitori del si nel referendum del 2014

Due giorni memorabili per le due Unioni a rischio, quella britannica e quella Europea. Ieri il governo di minoranza dell’Snp di Nicola Sturgeon ha ottenuto per dieci voti – 69 a 59 - l’assenso del parlamento scozzese alla richiesta di un nuovo referendum sull’indipendenza grazie ai voti dei verdi. Oggi è invece la data fatidica per l’Ue nel suo complesso: inizia l’odissea della Gran Bretagna oltre le colonne d’Ercole del post-Ue. Attraverso una letterina indirizzata al presidente Donald Tusk, Theresa May applica l’ormai famigerato Articolo 50 del Trattato di Lisbona del 2009: il procedimento di uscita dall’Unione tratteggiato poco più...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi