closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

La scommessa di raccontare liberamente se stessi

Cinema. Incontro con Manelle Zigh, una delle protagoniste di «Un film dramatique» di Eric Baudelaire. In concoso a Filmmaker Festival, il documentario è filmato dagli studenti di una scuola media alla periferia di Parigi

«Un film è come una leggenda, è una storia inventata dove puoi mettere dentro tutto quello che vuoi. Un film non è come una foto che fotografa delle cose reali. In un film possono esserci persone che non sono mai esistite». Vero, non vero, opinabile? Poco importa perché sono queste parole, pronunciate da un bambino di circa dieci anni, che il regista Eric Baudelaire sceglie per presentare Un film dramatique in concorso a Filmmaker Festival 19 a Milano e proiettato oggi alle 17,30 al cinema Beltrade. Girato nell’arco di quattro anni con gli studenti della scuola media Dora Maar alla...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.