closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Rubriche

La scienza non va d’accordo con il potere

Verità nascoste. La restrizione del campo della ricerca scientifica in funzione dell’immediatezza remunerativa dei risultati, privilegia necessariamente la ripetitività e la quantità a scapito della sorpresa e della qualità

La semplicità è alleata della rappresentazione complessa della realtà: è la sua struttura portante essenziale e elastica che, aperta all’imprevisto e alla propria trasformazione, è capace di reggere il peso del traffico dei vissuti e dei pensieri da essa consentito. La semplificazione produce, invece, complicazione: irrigidisce la struttura portante della rappresentazione, la riduce a schemi preventivi di difesa dalla natura complessa, prevedibile/imprevedibile della realtà che producono imbottigliamenti, ingorghi e precipitazioni catastrofiche del pensiero. L’agire semplificante è oggi il principale nemico della scienza: ne corrode in modo crescente il consenso e trae forza dalla confusione che la corrosione determina, perché, nel...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi