closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

La sanità avrà un miliardo in più e 60 mila assunti (aspettando il Recovery)

Legge di Bilancio. Due miliardi per l'edilizia sanitaria. Speranza: quasi un miliardo per gli aumenti stabili di stipendio a tutto il personale pubblico

Infermieri al lavoro in un reparto Covid

Infermieri al lavoro in un reparto Covid

La vera inversione di tendenza c’era stata l’anno scorso. Per la sanità la legge di bilancio appena approvata prosegue nell’aumento di investimenti ma non accontenta completamente i sindacati mentre resta il grande punto interrogativo dei fondi del Recovery. Dalla manovra il Fondo sanitario nazionale - in realtà il «fabbisogno sanitario nazionale standard» - viene aumentato a 121 miliardi e 370 milioni con una crescita di un miliardo rispetto ai 5 dell’anno scorso. Non perde di velocità invece l’investimento in edilizia sanitaria che come nel 2020 è incrementato di 2 miliardi per costruire nuovi ospedali, nuovi padiglioni e nuove strutture. Significativo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.